UGO NESPOLO – 4 nuove serigrafie

no comments

Continua a leggere...

FRANCESCO MUSANTE – Novità

Novità per il Maestro Francesco Musante che con la sua fantasia crea sempre meravigliose serigrafie, ricche di colore, collage, floccaggi e glitter. Diverse le misure per arredare da piccoli a grandi spazi.

no comments

Continua a leggere...

MARK KOSTABI – 4 Nuove serigrafie

Quattro belle e colorate serigrafie, realizzate in esclusiva con il Maestro Mark Kostabi, disponibili in galleria.

Misurano cm 45×45 e hanno dai 36 ai 38 passaggi di colore.

no comments

Continua a leggere...

OMAR GALLIANI “Luce…e respiro” in mostra dal 5 al 19 Maggio 2018

Il disegno è il grande protagonista della mostra “Luce..e respiro” di Omar Galliani, grande maestro dell’arte contemporanea noto in tutto il mondo. Con l’esposizione di 25 ritratti femminili si celebra l’ineguagliabile maestria dell’artista emiliano che con la fatica e la magia del tratto di grafite infonde poesia alle sue creazioni.

Il linguaggio di Galliani rintraccia le sue radici nell’arte italiana rinascimentale; egli assorbe la tecnica del disegno dai grandi maestri del passato e, attraverso essa, cerca il contatto con l’uomo contemporaneo. Galliani ritrae fisionomie femminili del nuovo millennio e le arricchisce di suggestioni leonardesche, dando forma ad un dialogo serrato tra la preziosa eredità artistica cinquecentesca e la fugacità dell’oggi.  Le donne rappresentate dall’artista rapiscono l’osservatore con il loro enigma temporale; in ogni tavola esse spingono lo sguardo a valicare il confine della superficie dell’opera. Ci si perde nella traccia della grafite, fino a trasformare l’osservazione in contemplazione e ricerca della propria interiorità. Galliani, attraverso un paziente, lento disegnare, avvolge i suoi soggetti nell’oscurità per affidare alla luce il compito di rivelarli, infondendo ad ognuno di essi il respiro del mistero.

Omar Galliani è nato a Montecchio Emilia (RE) nel 1954, dove vive e lavora. Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Bologna, insegna Pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera. A partire dai suoi esordi, già nel 1978, Enrico Crispolti evidenziava le sue straordinarie capacità disegnative e la sua forza evocativa invitandolo al Premio Michetti con l’installazione “Ritratto di dama con unicorno“. Dal 1980 Galliani viene incluso in numerosi importanti eventi del mondo dell’arte internazionale, dalla Biennale di Venezia (1982-1984-1986) a quella di San Paolo in Brasile, a quella di Pechino e molti altri. I suoi lavori sono esposti ed acquisiti dalle più grandi istituzioni e collezioni del panorama artistico contemporaneo. Tra il 2006 ed il 2008 la mostra Disegno Italiano è stata presentata in numerose città in Cina. Nel 2011 il Museum of Modern Art del Cairo gli dedica una grande personale, poi presentata anche a Pechino. Nel 2013 al Museo Storico Statale di Mosca si inaugura “Face and Soul”, progetto presente tra gli eventi collaterali della 55° Biennale di Venezia. Nel 2014 La Galleria Civica d’Arte Moderna di Torino, nell’ambito della rassegna Dialoghi, organizza Omar Galliani – l’opera al nero, personale in cui i lavori dell’artista emiliano dialogano con l’opera di Fontanesi. Nel 2015 due importanti esposizioni in Italia: una al CAMEC di La Spezia e una a Milano, presso l’Acquario Civico. Il 2016 si apre con la mostra Omar Galliani – Estasi mistica e pienezza creativa – Per Santa Teresa d’Avila presso il Tempietto del Bramante a Roma e in occasione di Fotografia Europea 2016 con la mostra Spazio Siderale – Luigi Ghirri e Omar Galliani a Reggio Emilia. Nel 2016 gli viene conferito il titolo di “Accademico dell’Università di Roma Tre” e vince il Premio “Franco Cuomo”. A dicembre inaugura “Omar Galliani – Lorenzo Puglisi. Caravaggio: la verità nel buio” presso la Cappella dell’Incoronazione di Palermo e, ad aprile 2017 a Napoli, presso la Cappella del Pio Monte della Misericordia. Realizza dipinti murali per l’aula magna dell’Università di Roma Tre. Partecipa all’esposizione “Modus. Tecniche, poetiche, materiali nell’arte contemporanea“, evento collaterale della 57° Biennale di Venezia, presso Ca’ Faccanon. A giugno inaugura a Villa Lysis, a Capri, la mostra “Ancora nuovi voli“, a luglio al Centro Arte Contemporanea di Cavalese, una doppia esposizione con Bruno Walpoth, a dicembre “Souls – Anime” al Museo Civico Casa Robegan, a Treviso, e alle Gallerie d’Italia a Milano “Omar Galliani. Intorno a Caravaggio“.

no comments

Continua a leggere...

FRANCESCO MUSANTE incontra DE ANDRE’

Anno nuovo serigrafie nuove di Francesco Musante che con la sua poetica pittorica incontra Fabrizio De Andrè.

Ricche di colore e fantasia, misurano cm 25×70, sono polimateriche, dai 45 ai 48 passaggi di colore, con glitter.

no comments

Continua a leggere...

UGO NESPOLO – “Vele al Vento”

Il grande Maestro Ugo Nespolo ha realizzato, in esclusiva con noi, una nuova e bellissima serigrafia.

Movimento, colore, profondità, sembra di navigar per questo mar……..

“VELE AL VENTO”, misura cm 80×140, su cartoncino rigido, polimaterica, con collage, floccaggi, glitter e carborundum.

no comments

Continua a leggere...

MARIO SCHIFANO “settanta – ottanta – novanta” in mostra dal 25 novembre 2017

STAMPA_6x3_la nuova forma

La Galleria La Nuova Forma di Lanciano (CH) presenta la mostra di Mario Schifano “settanta – ottanta – novanta”; l’inaugurazione avverrà sabato 25 novembre e la mostra sarà visitabile fino al 16 dicembre 2017.

A Lanciano saranno esposte circa 30 tra opere uniche e grafiche realizzate dall’artista tra gli anni ’70 e gli anni ’90, a raccontare la instancabile vena creativa di Schifano, sperimentatore e provocatorio.

L’evento rappresenta una grande occasione per il territorio, vista la rilevanza dell’artista, conosciuto in tutto il mondo.

Vita e opere di Schifano.

Schifano nato ad Homs in Libia, nel 1934, debutta come artista in ambito informale con la sua prima personale nel 1959 alla Galleria Appia Antica di Roma. Il periodo Informale viene superato dall’artista che si dedica a grandi monocromi connotati materialmente e nei quali gradualmente iniziano a comparire simboli pubblicitari attinti dall’iconografia della società dei consumi . All’inizio degli anni ‘60 vince il Premio Lissone, il premio Fiorino, e La Nuova Figurazione ed espone alla Galleria La Tartaruga di Roma e nella Sidney Janis Gallery a New York, dove si trasferisce. Nel ’64 è invitato alla Biennale di Venezia, nello stesso periodo inizia a lavorare ai cicli Paesaggi anemici e Futurismo Rivisitato. Partecipa a collettive internazionali quali al Carnegie Institute di Pittsburgh nel 1964, nel 1965 alle Biennali di San Marino e di San Paolo del Brasile e al National Museum of Modern Art di Tokio. A partire dal 1967, la sua ricerca artistica si amplia e Schifano, oltre alla pittura, porta avanti parallelamente sperimentazioni cinematografiche e realizza i lungometraggi Anna Carini vista in agosto dalle farfalle, Satellite e Umano non Umano.  I lavori di Schifano si concentrano criticamente sulle immagini continue prodotte dalla civiltà tecnologica, e sul dualismo realtà/rappresentazione . Nel 1970 trasferisce le immagini televisive su tele emulsionate con interventi cromatici. Nel 1974 l’Università di Parma organizza la prima antologica a lui dedicata. Tra gli anni ’70 e 80 una intensa attività espositiva porta le opere di Schifano nelle più prestigiose sedi espositive in Italia e nel mondo,  partecipa ad importanti collettive e sue opere sono acquisite in importanti collezioni. Il Palazzo delle Esposizioni di Roma, in occasione della sua riapertura  nel 1990, gli dedica una rassegna, intitolata Divulgare, con un consistente numero di opere di grande formato realizzate per l’occasione. Tre anni dopo presenta in diverse gallerie italiane il ciclo Reperti, dedicato agli animali del mondo preistorico, tema i cui primi esemplari erano già comparsi nella personale da Maeght. Nel 1994 è presente alla mostra The Italian Metamorphosis 1943-1968, organizzata dal Solomon R. Guggenheim Museum di New York e trasferita l’anno seguente alla Triennale di Milano e al Kunstmuseum Wolfsburg. Nel 1997, in occasione del settimo centenario della edificazione di Santa Croce a Firenze, Schifano ottiene il Premio San Giorgio di Donatello per aver realizzato le vetrate policrome collocate nella cripta della Basilica. Nello stesso anno cura gli allestimenti scenografici del carnevale di Roma.

Muore a Roma il 26 gennaio 1998.

no comments

Continua a leggere...

MARK KOSTABI – Due Grandi Serigrafie

Eleganti, intense, colorate le nuove attesissime serigrafie realizzate in esclusiva con il Maestro Mark Kostabi.

“The architecture of desire” e “Beyond forever”, misurano cm 70×120 e hanno dai 43 ai 45 passaggi di colore.

 

the architecture

Beyond forever

no comments

Continua a leggere...

FRANCESCO MUSANTE – Nuova serigrafia

Novità da Musante! Serigrafia cm 50×70, polimaterica, con glitter e metalli impressi.

La frase poi per gli innamorati e non solo…..

50x70

no comments

Continua a leggere...

UGO NESPOLO – Due nuovi musei

Due nuove serigrafie realizzate in esclusiva con il Maestro Ugo Nespolo, sempre geniale nella forma, colore e fantasia. Particolare il formato, mai eseguito prima, cm 35×100, dai 46 ai 48 colori, interventi con glitter, carborundum, foglia oro, floccaggi e passaggio calcografico a secco.

“Museo Metafisico”

metafisico

“Museo del Novecento”

novecento

no comments

Continua a leggere...